Verbania - C.so Mameli 19
*Culto domenicale ore 10:30

Omegna - Via F.lli Di Dio 64
*Culto domenicale ore 10:30

lunedì 12 aprile 2010

Comunicato stampa della Consulta laica per il V.C.O.

LIBERI PERCHE’ LAICI. LAICI PERCHE’ LIBERI.

Pronti a partire.
La Consulta del Verbano Cusio Ossola per la laicità delle Istituzioni è già operante, anche se si costituirà formalmente in associazione nel mese di Maggio. Vi possono aderire sia singole/i cittadine/i, sia associazioni, gruppi, circoli, centri culturali. I nostri scopi generali sono:
Promuovere e contribuire all’affermazione concreta del supremo principio costituzionale della laicità dello Stato, delle scuole pubbliche e delle istituzioni, e ottenere il riconoscimento della piena uguaglianza di fronte alla legge di tutti i cittadini indipendentemente dalle loro convinzioni filosofiche e religiose. In particolare, pretendere l’abolizione di ogni privilegio accordato, di diritto o di fatto, a qualsiasi religione, in virtù dell’uguaglianza di fronte alla legge di religioni e associazioni filosofiche non confessionali. A partire dal 1 di Maggio sarà inoltre attivo un profilo Facebook sul quale gli interessati potranno trovare informazioni sulle attività proposte dalla Consulta e interagire. Verranno ufficializzate al più presto le prime iniziative pubbliche – che toccheranno le tre aree territoriali della Provincia – e riguarderanno temi di stringente attualità come, tra gli altri, la pillola RU486, il testamento biologico e la legislazione sul “fine vita”, le unioni civili e i diritti delle persone omosessuali, lesbiche, transessuali.
Come Comitato Promotore della “ Consulta del VCO per la laicità delle istituzioni” – che aderisce al coordinamento nazionale delle consulte laiche - non possiamo inoltre esimerci dall’esprimere la nostra netta opposizione alle prese di posizione dei neo governatori delle regioni Piemonte (Cota) e Veneto (Zaia) riguardo al tema della pillola abortiva RU486. Riteniamo che dietro queste “crociate” si celi l’intenzione di portare indietro le lancette dell’orologio, colpendo le conquiste civili che il nostro Paese ha conosciuto, a partire dalla legge 194. In difesa dei diritti civili e della loro estensione non mancherà il nostro impegno concreto e quotidiano, di donne e uomini libere/i perchè laiche/ laici e laiche/laici perché libere/i.

Comitato Promotore della “Consulta del VCO per la laicità delle Istituzioni”

10/04/2010