Verbania - C.so Mameli 19
*Culto domenicale ore 10:30

Omegna - Via F.lli Di Dio 64
*Culto domenicale ore 10:30

martedì 9 giugno 2009

Omegna: ricordando M. L. King

La conferenza programmata da tempo si è finalmente tenuta il 13 febbraio scorso al Forum di Omegna. Nonostante che il quarantesimo anniversario dell’assassinio di King sia ormai alle spalle, in quanto ricorreva l’anno scorso, la conferenza ha ugualmente avuto un’ampia partecipazione da parte degli invitati che erano in duecento circa, per ascoltare il relatore Martin Ibarra, pastore della chiesa battista di Milano.

Jean-Félix Kamba Nzolo

La conferenza programmata da tempo si è finalmente tenuta il 13 febbraio scorso al Forum di Omegna. Nonostante che il quarantesimo anniversario dell’assassinio di King sia ormai alle spalle, in quanto ricorreva l’anno scorso, la conferenza ha ugualmente avuto un’ampia partecipazione da parte degli invitati che erano in duecento circa. Il pastore Jean-Félix Kamba Nzolo ha esordito ringraziando il Comune di Omegna rappresentato da Maria Giulia Comazzi, assessore alla Cultura, per il patrocinio accordato all’evento, e presentando il relatore Martin Ibarra, pastore della Chiesa battista di Milano.

Il relatore ha ripercorso le tappe importanti dell’impegno di M. Luther King e del movimento per i diritti civili, mettendo in guardia circa l’eventuale deriva razzista in Italia alla quale può portare la proposta dell’attuale governo di portare separazione nelle scuole tra gli alunni stranieri e italiani. Anche se ciò può avere qualche vantaggio all’inizio – ha sostenuto Ibarra –, può in seguito avere degli effetti dannosi per la convivenza civile. In fondo la separazione che si vuole instaurare nelle scuole italiane non può che ricordare la mentalità segregazionista dell’America di King che aveva come moto «separati ma uguali». King si oppose a questo, affermando che si trattava soltanto della separazione e che non c’era nessuna uguaglianza tra bianchi e neri.

Sono stati anche proiettati dei filmati di alcuni momenti salienti della lotta di M. Luther King per i diritti civili quali erano sanciti dalla Costituzione americana, tra cui il famoso discorso «I have a dream» e l’ultimo discorso prima dell’assassinio.

da www.riforma.it
http://www.riforma.it/innerpage.php?id=article20090310151751

Nessun commento: